https://bodybydarwin.com
Slider Image

Stai quasi sicuramente usando la parola "allergie" sbagliata

2021

Nonostante colpiscano circa 50 milioni di americani, le allergie non sono molto ben comprese. Le scintille che accendono il sistema immunitario possono variare dalla luce solare alle cipolle e i sintomi di un attacco sono altrettanto vari. Per questo motivo, stiamo trascorrendo diverse settimane a scrivere di allergie: cosa sono, come si manifestano e come possiamo trovare sollievo. Questa è la reazione allergica di PopSci.

Ogni anno, circa 50 milioni di americani soffrono di allergie, secondo l'American College of Allergy, Ashma and Immunology. La loro sofferenza può assumere molte forme, dagli sniffer stagionali che seguono gli alti e bassi del conteggio dei pollini come il mercato azionario, a chi soffre di allergie alimentari che devono proteggersi da arachidi o uova o fragole tutto l'anno.

Le allergie sono diventate così comuni motivo di preoccupazione e conversazione che la parola sembra aver quasi perso il suo significato, supponendo che ne abbia mai avuto uno. "Le persone usano la parola allergia per descrivere tutto ciò che proprio non piace, dice William Reisacher, un dottore e professore di chirurgia della testa e del collo presso la Weill Cornell Medicine." Avevo un paziente che era entrato con una malattia respiratoria superiore. Dice: "Penso di avere allergie". Ho detto: "No, fa freddo, questo è un virus". E lei disse: "Beh, sono allergico al virus". "

Coniato nel 1906 dal pediatra viennese Baron Clemens von Pirquet allergia "è una combinazione della parola greca" allos che significa cambiato "e" ergon che significa reazione ". La parola significa semplicemente" reazione diversa ". Ecco fatto Reisacher. L'idea fu inizialmente respinta dalla comunità medica, ma il lavoro di von Pirquet alla fine arrivò a ridefinire la nostra percezione dell'immunologia. (Il nostro sistema immunitario, a quanto pare, può farci del male anche se cerca di proteggerci.)

I dottori non furono i soli a incorporare questa frase amorfa, allettante e decisamente alla moda nei loro vocabolari. Come ha scritto Juan Manuel Igea in un articolo del 2013 sulla rivista Allergy, la parola [allergia] è da molto tempo sfuggita ai medici ed è andata in strada, dove è popolarmente usata anche come sinonimo di antipatia e rifiuto ".

Oggi, rimangono ancora molti misteri da risolvere per gli allergologi. Tuttavia, afferma Reisacher, i medici hanno trascorso l'ultimo secolo a studiare come le allergie funzionano davvero a livello cellulare e possono offrire ai loro pazienti spiegazioni concrete e concrete della loro malattia e, sempre più, soluzioni reali. Ma prima, dobbiamo iniziare a usare questa parola correttamente. Ecco come.

al concetto di polline. Giovane donna in maschera protettiva con mazzo di fiori ".

Oggi, le allergie sono in genere definite dalla presenza di immunoglobuline E, o IgE, anticorpi. Fondamentalmente, il materiale allergenico come il polline si lega agli anticorpi IgE e, in una persona sensibile, scatena il rilascio di istamine. L'istamina si lega alle cellule all'interno del corpo e, in quantità sufficiente, può causare starnuti, prurito e altri sintomi di allergie stagionali. Ecco perché molte persone assumono Benadryl o altri farmaci "antistaminici" per fermare la reazione. È anche ciò che rende un'allergia legittima il risultato di una risposta del sistema immunitario aggressiva (e forse anche fuorviata) a un composto abbastanza comune.

Le allergie stagionali, come il tipo che probabilmente stai iniziando a sperimentare in questo momento, sono allergie molto reali. Chiamata rinite allergica o febbre da fieno, questa reazione allergica emerge in primavera e in estate, poiché i pollini e le spore della muffa vengono rilasciati in una frenesia del sesso botanico e facilmente inalati dai nasi vicini. In soggetti sensibili, questi materiali minuti possono provocare gravi irritazioni, tra cui naso che cola, prurito, starnuti, congestione e persino affaticamento di tutto il corpo.

La rinite allergica perenne, nel frattempo, affligge le persone tutto l'anno. I sintomi di prurito, starnuti e congestione sono scatenati da acari della polvere e scarafaggi, peli di animali domestici e muffe. A volte anche la sensibilità a determinati alimenti può scatenare questi sintomi.

A livello meccanico, le allergie alimentari possono funzionare all'incirca allo stesso modo della rinite allergica. Ma questa risposta mediata da IgE è in genere molto più aggressiva. Quando alcune persone sono esposte a un allergene, saltano prurito agli occhi o orticaria e vanno direttamente in anafilassi. Il corpo rilascia così tante istamine che le vie aeree si stringono, la lingua e la gola si gonfiano e la pressione sanguigna scende. "Alcune persone, quando sono esposte al cibo a cui sono allergiche, quelle cellule che trattengono l'istamina rilasciano tutto in una volta, dice Reisacher e causano perdite di vasi sanguigni." Senza intervento medico, molte persone in stato di shock anafilattico potrebbero morire.

Mentre molti allergeni potrebbero, in teoria, causare anafilassi, ci sono alcune allergie che sono note per uccidere. Ciò include lattice, penicillina e altri farmaci e punture di insetti. La maggior parte dei problemi, tuttavia, proviene da alcuni gruppi di allergeni alimentari: noci, pesce e crostacei, uova, soia e latte.

La maggior parte di queste allergie alimentari sembrano verificarsi organicamente, ma ce n'è almeno una che puoi catturare. Questa è l'allergia alla carne dei mammiferi, una reazione allergica alla carne rossa causata dal morso di una zecca di Lone Star infetta. Come ha spiegato PopSci in un articolo sull'argomento, uno stuzzichino di questo particolare insetto può causare all'uomo la allergia a un carboidrato chiamato galattosio-alfa-1, 3-galattosio (chiamato alfa-gal). Quando una persona infetta mangia carne di manzo o maiale, il suo corpo innescherà una risposta mediata da IgE, istamine e tutto il resto.

Le intolleranze alimentari sono diverse dalle allergie alimentari. In realtà, non sono affatto allergie tecnicamente. Quando si ha a che fare con camerieri scettici o si viaggia in altri paesi, dire "allergia" rimane il modo più sicuro per tenere un determinato ingrediente fuori dal piatto. Ma le intolleranze alimentari, sebbene spesso orribili, in genere non uccidono.

Prendi il latte. Per le persone con allergie al latte, una spruzzata di cereali può innescare una risposta immunitaria che provoca orticaria, prurito della pelle e, sì, persino anafilassi. Più comune, tuttavia, è l'intolleranza al lattosio. Una spruzzata di latte nei cereali di un intollerante al lattosio può causare crampi, costipazione o diarrea, ma questo è tutto. La differenza è che per le persone con allergie al latte, il latte innesca la produzione di istamine, mentre le persone con intolleranza al lattosio non stanno producendo abbastanza enzimi lattasi per rompere il lattosio nel latte una volta che colpisce le loro pancia affamate. E molte intolleranze alimentari, mentre una fonte legittima di problemi digestivi, potrebbe non avere ancora una chiara fonte biologica, come la mia intolleranza allium, che rende l'aglio, la cipolla e il loro genere una minaccia intestinale.

Non tutte le allergie derivano da ingestione, iniezione o inalazione. La dermatite allergica da contatto si verifica quando la pelle di una persona sensibile viene a contatto con un allergene. Tutto, dai guanti in lattice al nichel, dall'edera velenosa al trucco, può causare una tale reazione. In casi come questi, la reazione rimane tipicamente in superficie. Una persona può vedere la sua pelle diventare irregolare, squamosa o rossa in risposta al composto allergenico, che può richiedere settimane per schiarirsi. Ma queste reazioni possono anche essere più serie. L'esposizione all'edera velenosa e, in particolare, al lattice può provocare shock anafilattico.

Un'allergia ha dominato il discorso pubblico negli ultimi anni, nonostante non fosse affatto un'allergia. La celiachia, che provoca una grave reazione al glutine, un gruppo di proteine ​​presenti nel grano, colpisce circa l'1 percento degli americani. Ma non è un'allergia alimentare mediata da IgE; è un disturbo autoimmune.

Le persone celiache descrivono molti sintomi sconvolgenti, dalla stanchezza alla nausea dopo aver mangiato glutine. Alcuni di questi si sovrappongono a sintomi di allergie o intolleranze alimentari. Ma il sintomo principale del celiaco è totalmente diverso. Per le persone celiache, il glutine ingerito provoca l'organismo ad attaccare il suo intestino tenue, impedendo un corretto assorbimento nutrizionale. Laddove la maggior parte delle persone avrà un completo recupero dopo una risposta allergica adeguatamente trattata, le persone con celiachia lottano con le ossa fragili (dal non digerire correttamente il calcio), l'anemia (idem sul ferro) e altri problemi di salute correlati. La ricerca indica anche che possono essere ad aumentato rischio di tumori come il linfoma intestinale a causa della loro malattia. Benadryl non lavorerà su questa "allergia": non è colpa delle istamine.

Nel secolo da quando von Pirquet ha coniato per la prima volta il termine allergia, i medici hanno lavorato instancabilmente per comprendere la risposta allergica, i disturbi immunitari, le intolleranze e i problemi correlati. Hanno fatto passi da gigante nella diagnosi e nel trattamento di problemi perniciosi, dalle allergie alle arachidi pericolose per la vita al dolore quotidiano del fiuto di peli di animali domestici. Ma molto ai margini - intolleranza all'aglio, chiunque? - Resti avvolti nel mistero. L'uso corretto della parola "allergia" rimarrà importante ai fini diagnostici, ma parlare apertamente con il medico in merito alla gestione di questi problemi, nel caso in cui siano presenti, conta ancora di più. Chi sa quali nuove scoperte verranno fatte in questo processo?

I ghiacciai in scioglimento della Groenlandia stanno portando alla luce una miniera d'oro economica nascosta

I ghiacciai in scioglimento della Groenlandia stanno portando alla luce una miniera d'oro economica nascosta

Le più sorprendenti innovazioni per la salute del 2018

Le più sorprendenti innovazioni per la salute del 2018

Le migliori bottiglie d'acqua per rimanere idratato

Le migliori bottiglie d'acqua per rimanere idratato