https://bodybydarwin.com
Slider Image

La Space Force di Trump mira a creare il "dominio americano nello spazio" entro il 2020

2021

In un annuncio al Pentagono di oggi, il vicepresidente Mike Pence e il segretario alla Difesa James Mattis hanno delineato la struttura di base della forza spaziale proposta dall'amministrazione.

Il piano si è esteso sull'inattesa direttiva del presidente Donald Trump emessa al comandante dei capi comuni a giugno. Durante una riunione di routine del National Space Council il 19 giugno, Trump ha sorpreso la stanza dei dignitari, esperti dello spazio, astronauti e rappresentanti dell'industria aerospaziale annunciando che voleva creare un sesto ramo dell'esercito che chiamava Space Force.

"Lo spazio è uno dei nostri vitali interessi nazionali", ha detto Mattis, confrontandolo con terra, mare e cyberspazio come dominio di guerra.

Pence ha evocato le crescenti minacce alla sicurezza nello spazio come fondamento logico per la creazione di questa nuova forza spaziale. Ha citato il test missilistico della Cina del 2007 che ha distrutto uno dei suoi satelliti e prove che sia la Cina che la Russia sono attivamente alla ricerca di tecnologie che potrebbero interferire o disabilitare i sistemi spaziali degli Stati Uniti, attraverso mezzi terrestri o spaziali, incluso l'aumento manovrabilità satellitare per interferire con i satelliti di altre nazioni e sviluppo missilistico ipersonico, che la Cina ha testato la scorsa settimana.

"Ad oggi, penso che ci sia poca ambiguità che l'amministrazione statunitense vorrebbe avere una forza spaziale come sesta sezione dell'esercito Saadia Pekkanen, direttore della Space Security Initiative presso la Henry M. Jackson School of University dell'Università di Washington Studi internazionali, afferma in un'e-mail. "Ma c'è ancora ambiguità su come verrà addestrato, se sarà efficace e cosa significherà nell'era in rapida espansione dello spazio commerciale in tutto il mondo. È facile parlare dello spazio come dominio di guerra e della necessità di difendere e dominare. Nessuno è in disaccordo, poiché tutti sanno che la dipendenza dalle risorse spaziali è il tallone d'Achille d'America. Ma determinare l'attacco e l'attribuzione, e quindi creare una contro risposta, nel dominio dello spazio pericoloso, e tanto meno un conflitto, è a dir poco complicato. Quindi dobbiamo pensarci molto duramente. E se vogliamo combattere, dobbiamo iniziare a pensare anche a come apparirà la vittoria nello spazio, aggiunge.

Mentre la stragrande maggioranza dei satelliti operativi e delle costellazioni satellitari sono commerciali, governative o civili (circa 1.374 satelliti a settembre 2017, secondo un database gestito dall'Unione degli scienziati interessati), ci sono molti satelliti militari nello spazio (circa 363). Quando si tratta di satelliti militari, gli Stati Uniti hanno già dei numeri dalla sua parte. Di questi satelliti militari, 157 sono di proprietà degli Stati Uniti, un numero che sminuisce i 57 cinesi e gli 83 russi. Mentre i test cinesi del 2007 hanno allarmato il mondo, non sono i soli a sviluppare la tecnologia anti-satellite. Gli Stati Uniti hanno abbattuto uno dei suoi satelliti nel 1985 usando un missile anti-satellite lanciato da un aereo.

Oltre ai satelliti commerciali, ci sono anche missioni spaziali governative internazionali. La più grande e più antica impresa spaziale della storia umana, la Stazione Spaziale Internazionale, è una joint venture tra Russia, Stati Uniti, Canada e altre nazioni spaziali. Gli Stati Uniti, che non sono stati in grado di lanciare gli astronauti in orbita da quando il programma Space Shuttle è terminato nel 2011, attualmente fanno affidamento sull'imbarcazione Soyuz della Russia per viaggiare verso la ISS.

Non è chiaro come si svolgerà l'annuncio internazionale di questi nuovi dettagli della Space Force. Dopo l'annuncio iniziale a giugno, rappresentanti di Russia e Cina hanno espresso preoccupazione per la prospettiva di una corsa agli armamenti nello spazio. Ma sia la Cina che la Russia hanno riorganizzato i loro militari nel 2015, elevando lo spazio come priorità militare per entrambe le nazioni.

"Siamo passati dalla semplice consapevolezza della situazione spaziale alla consapevolezza dello spazio di battaglia. Seguendo il chiaro vantaggio dell'America sulla forza spaziale, le tendenze verso una sorta di unità militari dedicate continueranno ad essere rafforzate solo in tutte le maggiori potenze spaziali di oggi, tra cui quelli in Asia, dove troviamo alcune delle più competenti e ambiziose potenze spaziali intorno a Pekkanen, afferma: "Non vi è dubbio che altri paesi affermino che la Cina con la sua idea di" esercito celeste ", il Giappone con la sua idea di" forza di sorveglianza spaziale " "Che vogliono preservare e assicurare i loro vantaggi nello spazio potrebbero essere galvanizzati per percorrere quella strada più velocemente di prima."

Ora è giunto il momento di scrivere il prossimo grande capitolo della storia delle nostre forze armate, ha detto Pence, invocando la creazione dell'Aeronautica nel 1947. È giunto il momento di stabilire gli Stati Uniti Space Force, ha detto.

Solo per toglierlo di mezzo, questo non coinvolgerà gli equipaggi dei soldati spaziali. "La Space Force riguarda solo lo spazio di sicurezza nazionale e tutto il nostro spazio di sicurezza nazionale è senza equipaggio, lo è sempre stato", afferma Todd Harrison, direttore del progetto di sicurezza aerospaziale presso il Center for Strategic and International Studies. La NASA, che si concentra sulla scienza e sull'esplorazione, non avrà nulla a che fare con essa e la Forza spaziale non coinvolgerà gli sforzi del volo spaziale umano.

I nuovi sforzi comporteranno la creazione di una forza operativa spaziale attinta da esperti spaziali all'interno dell'esercito incentrata sulla sicurezza nazionale. Implica anche la creazione di un controllo civile come assistente segretario alla difesa, un'agenzia di sviluppo spaziale focalizzata sullo sviluppo di nuove tecnologie per lo spazio (la cui produzione Pence ha paragonato allo sviluppo dell'ICBM e dei sistemi nucleari della Marina) e uno spazio degli Stati Uniti Comando che ha lo scopo di "migliorare, evolvere e pianificare la guerra spaziale".

"Una delle cose principali che il Pentagono ha svelato oggi è che stanno creando Space Command, che è un comando di combattimento. Il compito di un comando di combattimento è quello di impiegare le forze fornite dai servizi. Il comando di spazio non è un sostituto di uno spazio Dice Force Harrison, paragonandolo al rapporto tra il comando centrale, che sovrintende alle operazioni militari in Medio Oriente e l'esercito.

Attualmente all'interno del Dipartimento della Difesa, esiste già un Centro operativo per lo spazio combinato, istituito il mese scorso, progettato per coordinare gli sforzi difensivi nello spazio tra gli Stati Uniti, i suoi alleati e i partiti commerciali. La proposta eleverebbe il comando spaziale all'interno della gerarchia militare.

Per quanto riguarda la stessa Space Force, questa proposta fa piccoli passi verso la sua creazione. La Space Operations Force sarà essenzialmente un inventario di tutte le persone e organizzazioni all'interno dell'esercito che si concentrano sullo spazio. "Li identificheranno e creeranno una sorta di comunità. Quindi, se alla fine creano un servizio militare per lo spazio, quelle sono le persone e le organizzazioni che potrebbero passare a un nuovo servizio ", afferma Harrison.

Non tutte le posizioni possono essere ordinatamente classificate come spazio vs. non spazio, afferma Harrison, sottolineando che alcuni gruppi, come quelli che lavorano sulla difesa missilistica o sull'intelligenza, sono più difficili da ordinare di altri. Altri, come molte delle operazioni spaziali dell'Aeronautica Militare, hanno maggiori probabilità di adattarsi al nuovo sistema.

Pence ha ribadito che la posizione dell'amministrazione nei confronti dell'area oltre la nostra atmosfera è la superiorità rispetto agli altri. Ha citato Trump dicendo: "Non è sufficiente avere una presenza americana nello spazio, dobbiamo avere il dominio americano nello spazio".

Nel suo discorso, Pence ha osservato che il Congresso è tenuto ad agire prima che possa essere creato un altro ramo dell'esercito. Il budget della Casa Bianca per il prossimo anno (che sarà presentato a febbraio) stanzerà un po 'di soldi per la Space Force, ma non è chiaro quale sarebbe il costo di stabilire la filiale (anche se Pence ha invitato il Congresso a investire altri 8 miliardi di dollari nello spazio sistemi di sicurezza nei prossimi cinque anni). Non è inoltre chiaro se la proposta raccoglierà il sostegno necessario al Congresso per iniziare a rafforzare la forza nel 2020, data prevista per l'amministrazione. "Anche se inizieranno nel 2020, probabilmente ci vorranno diversi anni prima che sia pienamente operativo. Non succederà dall'oggi al domani ", dice Harrison.

L'anno scorso una proposta per un Corpo Spaziale approvò la Camera, ma non il Senato, e fu osteggiata dai leader dell'Aeronautica Militare e da Mattis. Ora dice che è in completo accordo con l'amministrazione.

Altri hanno ancora i loro dubbi.

L'ex astronauta Mark Kelly ha dichiarato su MSNBC che mentre la nazione dovrebbe prendere sul serio le minacce (specialmente dalla Cina), c'è già un gruppo all'interno del Pentagono in grado di gestire il pericolo. "Esiste una minaccia là fuori, ma oggi è gestita dall'US Air Force. (Non ha senso costruire un altro livello di burocrazia in un [Dipartimento della Difesa] incredibilmente burocratico", ha detto.

I ghiacciai in scioglimento della Groenlandia stanno portando alla luce una miniera d'oro economica nascosta

I ghiacciai in scioglimento della Groenlandia stanno portando alla luce una miniera d'oro economica nascosta

Le più sorprendenti innovazioni per la salute del 2018

Le più sorprendenti innovazioni per la salute del 2018

Le migliori bottiglie d'acqua per rimanere idratato

Le migliori bottiglie d'acqua per rimanere idratato