https://bodybydarwin.com
Slider Image

Trucchi per evitare di mangiare gli avanzi che ti faranno star male

2021

L'unica cosa migliore di una deliziosa cena è mangiarla di nuovo a pranzo il giorno successivo. Anche gli avanzi più deliziosi, tuttavia, possono essere pericolosi. Sappiamo che il cibo lasciato seduto nel frigorifero può diventare un terreno fertile per batteri pericolosi, ma d'altra parte, non vogliamo sprecare ancora più cibo di quello che già facciamo lanciando Tupperware che avremmo potuto prima svuotare nelle nostre pance. Quindi, come facciamo a sapere cosa è sicuro?

Ken Diplock è un ispettore di sanità pubblica e professore al Conestoga College in Ontario, Canada. Tra le altre cose, ha tenuto numerosi corsi sulla sicurezza alimentare e ha scritto articoli con titoli come "Bisogni educativi sulla sicurezza alimentare degli studenti delle scuole superiori: avanzi, pranzi e microonde". In altre parole, è lui a chiedere se quell'asporto nella parte posteriore del tuo frigorifero è ancora buono. Le conseguenze dell'uso delle congetture possono essere serie, quindi ecco cosa devono sapere i cuochi casalinghi (e le persone che nutrono) sulla sicurezza alimentare:

Sebbene alimenti specifici come il riso abbiano la reputazione di essere i principali colpevoli di malattie di origine alimentare, è meglio pensare a tutti gli alimenti come ad avere la capacità di farti ammalare, afferma Diplock. "Devi sempre dare per scontato che qualsiasi alimento che entra potrebbe contenere un agente patogeno", dice. In questo modo, stai sempre osservando pratiche di manipolazione degli alimenti sicure.

Per valutare il rischio rappresentato da un particolare piatto, gli esperti di sicurezza alimentare raccomandano di utilizzare il FAT TOM mnemonico, che descrive i sei fattori che influenzano il modo in cui i patogeni crescono: cibo, acidità, tempo, temperatura, ossigeno, umidità. L'obiettivo della sicurezza in cucina è fondamentalmente di tenere sotto controllo le cose in questo elenco in modo che il cibo rimanga sicuro e duri più a lungo, quindi dovresti sempre pensare a come si giocano l'uno nell'altro quando cucini o conservi gli alimenti. La buona notizia è che una cucina sicura crea anche le giuste condizioni per far durare il cibo. Il riso che è stato adeguatamente raffreddato e prontamente conservato in un contenitore sigillato, ad esempio, ha una durata di conservazione più lunga rispetto al riso che è rimasto sul fornello per un paio d'ore dopo la cottura, quindi mettere il frigorifero nella stessa pentola. Questo perché hai fatto del tuo meglio per mantenere il piatto a una temperatura, un livello di ossigeno e un livello di umidità sicuri (spiegheremo come in un minuto). Il cibo essiccato, con il calore o con l'indurimento del sale, durerà più a lungo. Così sarà il cibo privo di ossigeno per via conserviera o una tecnica chiamata confit, che soffoca la carne in grasso. Mantenere gli alimenti alla giusta temperatura durante la loro preparazione e conservazione (e riscaldarli correttamente) minimizzerà i pericoli, così come un certo grado di acidità: ecco come funziona il decapaggio. Alla fine, tutto andrà male, quindi più vecchio è generalmente meno sicuro. Puoi ottenere linee guida più specifiche su questi fattori qui.

That F for Food è il giocatore più importante nel gioco FAT TOM. Ai batteri piace mangiare gli stessi cibi di cui abbiamo bisogno, hanno bisogno di nutrienti. Inizia guardando cibi ricchi di proteine ​​e ad alta umidità come la carne, afferma Diplock. I batteri adorano una succosa bistecca tanto quanto te. Non mangi prodotti animali? Non ti preoccupare; molti microbi sono felici di diventare vegani insieme a te. Diplock afferma che i cibi veg ricchi di proteine ​​presentano lo stesso rischio. E qualsiasi alimento bagnato dovrebbe essere oggetto di sospetto, perché l'acqua è una condizione fondamentale per la vita batterica.

Quindi, come possiamo ridurre al minimo i pericoli delineati dal nostro amico FAT TOM? Ci sono alcuni passaggi fondamentali di sicurezza che dovresti sempre seguire, sia che tu stia preparando i pasti per la settimana o che tu stia solo cercando di salvare gli avanzi per domani. Questo consiglio vale se stiamo parlando di una pentola di paella, una padella di cosce di pollo o un pacchetto di tofu fritti in padella.

Per cominciare, non si desidera togliere un prodotto caldo dalla stufa e metterlo immediatamente in frigorifero, dice Diplock. Lascialo sul bancone per mezz'ora a un'ora, fino a quando non si raffredda a circa la temperatura ambiente, dice. Se hai appena messo un piatto caldo pieno di cibo nel frigorifero, riscalderà tutto il resto della ghiacciaia prima che inizi effettivamente a raffreddarsi.

Quindi trasferiscilo in un contenitore poco profondo, per aumentare la superficie e coprire il piatto, ma lascia un po 'di spazio affinché l'aria e l'umidità fuoriescano mentre il cibo continua a raffreddarsi (puoi farlo lasciando il coperchio un po 'non sigillato, o tirando indietro l'angolo di qualunque pellicola o pellicola stia usando). Solo allora dovresti metterlo in frigo per raffreddarlo completamente. Una volta che è veramente freddo, puoi sigillare completamente il contenitore senza preoccuparti di intrappolare una tonnellata di condensa per far prosperare i batteri.

La temperatura continua ad essere la chiave: mantieni un termometro nel tuo frigorifero in modo da poter assicurarti che rimanga a 39.2 gradi Fahrenheit costanti, dice Diplock, e mira a riscaldare gli avanzi alla stessa temperatura in cui erano stati cotti per la prima volta. Qualunque cosa tra 40 gradi Fahrenheit e 140 gradi Fahrenheit è considerata la "zona di pericolo" in cui le popolazioni di batteri possono esplodere. Qualcosa di troppo freddo e rischi di danneggiare la qualità del cibo congelandolo accidentalmente.

Pensi che un semplice annusatore possa dirti tutto ciò che devi sapere? No. Assolutamente no, dice Diplock. Un fiuto può dirti solo se il cibo sta iniziando a rovinare, noto anche come letteralmente in decomposizione. Il cibo putrido ha più probabilità di trasportare batteri pericolosi (e più probabilmente un sapore super grossolano) rispetto ai prodotti che non hanno ancora iniziato a decomporre. Ma l'olfatto non può dirti nulla, non una sola cosa sulla malattia di origine alimentare. La cena non deve andare male per essere cattivo per te.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, oltre 200 diverse malattie sono trasmesse dal cibo. I colpevoli comuni per il cuoco di casa sono batteri come E. coli salmonella e campylobacter nonché virus come il norovirus. Anche il riscaldamento del cibo potrebbe non salvarti: alcuni agenti patogeni producono tossine che rimangono pericolose anche a temperature che uccidono i batteri stessi.

Ma l'offesa migliore è una buona difesa. Invece di preoccuparti se potresti essere estremamente sfortunato nonostante prendi tutte le precauzioni di cui sopra, preoccupati di quanto più alto sarà il rischio di malattia se non prendi quelle precauzioni. Per quanto diligente si tratti di preparazione e conservazione degli alimenti, afferma Diplock, un semplice passo può fare molto: "Lavarsi le mani". Se mantieni puliti gli strumenti di cottura, comprese le mani, e le superfici, almeno minimizzerai molto il rischio di contaminazione. Ma se il tuo obiettivo è conservare deliziosi avanzi il più a lungo possibile, è tempo di investire in alcuni termometri.

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo