https://bodybydarwin.com
Slider Image

Il rover Opportunity della NASA sta dormendo attraverso un'enorme tempesta di polvere su Marte

2022

La tempesta è apparsa il 1 ° giugno: una foschia di polvere sollevata dai venti che soffiavano sulla superficie di Marte, visibile nelle immagini restituite dall'Orbiter di ricognizione di Marte. Non è così insolito. Grandi tempeste di polvere accadono sul pianeta ogni anno, spesso durano settimane. Ma questa tempesta era diretta verso Opportunity, un determinato rover a energia solare che girava per la superficie da quasi 15 anni.

Entro il 6 giugno, la polvere era abbastanza densa nel cielo da attirare un velo sul Sole, attenuando la luce abbastanza da ridurre significativamente la produzione dei pannelli solari di Opportunity.

Tornati sulla Terra, i ricercatori della NASA hanno interrotto le operazioni scientifiche del robot: l'obiettivo non era raccogliere dati, ma mantenere in vita Opportunity. Il rover converte la luce solare in energia, che ricarica la batteria e alimenta tutti i suoi sistemi, compresi i suoi riscaldatori, che la mantengono funzionale quando le temperature scendono sotto lo zero. Ma meno luce solare significa meno energia e meno calore per andare in giro, sforzando i sistemi del rover. Mantenere al caldo Opportunity è di vitale importanza: i ricercatori della NASA pensano che siano state le temperature fredde a uccidere il rover compagno di Opportunity, Spirit nel 2010, dopo che si era bloccato nelle sabbie morbide dall'altra parte del pianeta.

Due giorni dopo, la tempesta assomigliava a uno smog denso e pesante, che copriva un'area di 7 milioni di miglia quadrate. A quel punto, la tempesta era ancora molto più piccola di una tempesta di polvere del 2007 che ha messo fuori servizio Opportunity per due settimane. Tuttavia, questa si è qualificata come la peggiore tempesta che il rover abbia incontrato in un decennio e gli ingegneri sulla terra hanno escogitato un piano per consentire a Opportunity di preservare il suo alimentatore in diminuzione. Si svegliava brevemente al mattino in una giornata marziana per ascoltare i comandi dalla Terra, dorme fino al mattino successivo, si sveglia al mattino, fa un pisolino fino al pomeriggio, si sveglia, scatta foto della foschia circostante e trasmette al MRO, poi torna a dormire. Ripetere.

Il 10 giugno ha portato sia buone che cattive notizie. La buona notizia è che Opportunity è riuscita a entrare in contatto con la Terra, offrendo agli scienziati della NASA un aggiornamento di stato tanto necessario. La cattiva notizia era che mentre la tempesta di polvere era ancora più piccola dell'evento del 2007 che circondava il pianeta, era molto più intenso. Le temperature erano ora di -20 gradi Fahrenheit e la polvere era così fitta che i cieli erano scuri.

La dichiarazione della NASA sulla situazione di Opportunity era cautamente ottimistica, osservando che era sopravvissuta anni dopo la sua missione originale di 90 giorni e sottolineando il delicato equilibrio che il rover stava per sopportare: "Una grazia salvifica delle tempeste di polvere è che possono effettivamente limitare il sbalzi di temperatura estremi vissuti sulla superficie marziana. La stessa polvere vorticosa che blocca la luce solare assorbe anche il calore, aumentando la temperatura ambiente circostante Opportunità. Gli ingegneri monitoreranno attentamente i livelli di potenza del rover nella settimana a venire. Il rover deve bilanciare bassi livelli di ricaricare la batteria con temperature sotto lo zero. I suoi riscaldatori sono di vitale importanza per mantenerla in vita, ma assorbono anche più energia dalla batteria. Allo stesso modo, eseguire determinate azioni attinge alla batteria, ma può effettivamente espellere energia e aumentare la temperatura del rover. "

A 1.410 miglia di distanza nel cratere Gale, il rover Curiosity si sta avvicinando, ma la polvere della tempesta che oscura la luce su Opportunity oscura anche i cieli lì.

Fortunatamente, la curiosità è meglio equipaggiata per gestire la foschia. A differenza di Opportunity a energia solare, Curiosity ha un generatore nucleare che fa funzionare polvere o splendore.

Nonostante la distanza tra i due rover, Curiosity aiuterà a tenere sotto controllo la tempesta in via di sviluppo. Gli scienziati della missione terranno d'occhio quanto oscura il cielo sopra il cratere Gale, monitoreranno la velocità e la direzione del vento e guarderanno i diavoli della polvere.

I ricercatori hanno ancora molto da imparare sulle tempeste di polvere su Marte. Un recente studio ha collegato le tempeste di polvere globali alla perdita di gas dall'atmosfera marziana, ma sono necessarie ulteriori osservazioni per capire come funziona il processo. Se finisce per essere abbastanza grande, questa tempesta potrebbe fornire agli scienziati planetari preziose informazioni su questi processi atmosferici. Potrebbe anche aiutare i ricercatori a perfezionare i loro modelli di previsione, che usano per prevedere l'inizio delle tempeste di polvere globali.

L'attuale stagione delle tempeste di polvere su Marte dovrebbe durare all'inizio del 2019.

Evitare il cibo OGM potrebbe essere più duro di quanto pensi

Evitare il cibo OGM potrebbe essere più duro di quanto pensi

I blocchi Lego potrebbero essere la chiave per rilevare i gas nervosi nel campo

I blocchi Lego potrebbero essere la chiave per rilevare i gas nervosi nel campo

Le barriere coralline mostrano segni di stress climatico, ma c'è ancora speranza

Le barriere coralline mostrano segni di stress climatico, ma c'è ancora speranza