https://bodybydarwin.com
Slider Image

La NASA ha trovato un sacco di pianeti potenzialmente più abitabili

2022

Potrebbe sembrare che la NASA stia costantemente annunciando un nuovo esopianeta "simile alla Terra", un mondo lontano che potrebbe forse avere i requisiti di base per la vita come la conosciamo. E sembra così perché, beh, è ​​abbastanza preciso: è tutto grazie al telescopio spaziale Kepler di grande successo della NASA, che usa il battito delle palpebre e l'oscuramento delle stelle aliene distanti per individuare i pianeti che potrebbero orbitare attorno a loro. Ma gli ultimi ritrovamenti di Keplero (219 nuovi candidati planetari, 10 dei quali sono delle dimensioni della Terra e la giusta distanza dalla loro stella ospite per trattenere acqua liquida) segnano una fine: questo rappresenta i risultati finali ufficiali della ricerca planetaria dai dati della missione di Keplero.

Ciò richiede un po 'di disimballaggio. Dopotutto, come forse saprai, il telescopio spaziale Kepler è ancora là fuori nello spazio alla ricerca di nuovi pianeti e probabilmente continuerà a farlo per circa un altro anno. Ma la missione principale del telescopio si è conclusa prematuramente quando nel 2013 si è rotta la cosa maledetta: il telescopio ha quattro ruote destinate a tenerlo puntato verso una macchia di cielo in modo da poter fissare qualsiasi sottile sfarfallio delle stelle che indica la presenza di una pianta. Quindi due delle ruote si sono rotte. Invece di rinunciare completamente al velivolo, gli ingegneri della NASA hanno scoperto come usare il sole come ruota di reazione virtuale; la forza fisica della luce che preme contro i pannelli solari di Keplero la mantiene in posizione mentre le altre ruote spingono indietro. Quindi Keplero ebbe una seconda possibilità, con una nuova missione chiamata "K2".

K2 ha già trovato diversi esopianeti a sé stante, ma la missione è leggermente diversa. Nella sua prima missione, Keplero fissò una macchia di cielo, cercando segni di attività planetaria intorno a 150.000 stelle nel nostro cortile cosmico. K2 è soggetto alla posizione del sole; non può semplicemente indicare dove gli scienziati vogliono indicarlo. E una volta che scelgono un obiettivo che funziona - uno con le stelle che vale la pena guardare, ma che è nel posto giusto affinché il sole dia un aiuto - la squadra ha solo 80 giorni prima che il telescopio debba spostarsi di nuovo. K2 ha individuato (e continuerà a individuare) nuovi pianeti, ma non produce l'eccesso di dati fornito dalla missione originale.

E questo ci riporta alle ultime notizie della NASA: quattro anni dopo il fallimento dell'hardware di Kepler, l'enorme catalogo di dati che ha prodotto è stato finalmente combinato con soddisfazione della NASA nella sua interezza.

"Tutti i dati della missione originale di Keplero sono stati analizzati, in gran parte diverse volte Kepler e il responsabile della missione K2 Charlie Sobeck hanno detto a PopSci in un'e-mail." Questo ultimo catalogo è una analisi che utilizza un software migliorato che è stato ben caratterizzato, il che rende il catalogo particolarmente buono per trarre conclusioni statistiche. Ciò rappresenta i risultati finali della ricerca sul pianeta che la missione fornirà. "

La nuova analisi dei dati porta il numero totale di candidati planetari (possibili pianeti che non sono stati necessariamente confermati) a 4.034. Poco più della metà di questi sono stati verificati utilizzando altri telescopi. Dei 50 pianeti ritenuti delle dimensioni della Terra e nella zona abitabile della loro stella (10 dei quali sono stati annunciati nel nuovo lotto) solo 30 sono confermati.

Le nuove scoperte hanno anche rivelato qualcosa sull'albero planetario: misurando le dimensioni precise di alcuni dei pianeti di Keplero, gli scienziati hanno determinato che i "piccoli" pianeti (quelli più piccoli dei giganti gassosi come Giove) rientrano in due categorie nette. Sono relativamente vicini alle dimensioni della Terra (alcune cosiddette super-Terre) sono molte volte più massicce del nostro stesso pianeta, ma questo è abbastanza vicino nello schema cosmico delle cose) o sono completamente al di sopra del fine dello spettro relativamente simile a Nettuno, che forma "nani gassosi" o "mini-Nettuno". I risultati suggeriscono che è relativamente comune per i nuovi pianeti essere vicini alle dimensioni della Terra, ma che alcuni di loro ricevono una dose di gas che li fa scattare nella classe di peso più pesante.

"Ci piace pensare a questo studio come a classificare i pianeti nello stesso modo in cui i biologi identificano nuove specie di animali che Benjamin Fulton, candidato al dottorato all'Università delle Hawaii a Mano, ha dichiarato in una nota." Trovare due distinti gruppi di esopianeti è come scoprire mammiferi e lucertole forma rami distinti di un albero genealogico ".

Capire dove si trovano la Terra e i suoi cugini vicini nello spettro planetario può aiutarci a determinare come i pianeti tendono ad evolversi e, per estensione, quanto sia comune per loro evolversi con tutti i componenti che rendono possibile la vita sulla Terra. Keplero ha svolto un lavoro straordinario nel portare avanti la scienza planetaria. E anche se tecnicamente è fatto con la prima parte della sua missione, è probabile che gli scienziati continueranno a identificare lo strano pianeta di tanto in tanto dal suo enorme set di dati.

"Mi aspetto che la comunità scientifica continuerà a setacciare il set di dati per decenni, trovando nuovi pianeti e nuove funzionalità delle stelle stesse che Sobeck ha detto." Quindi puoi aspettarti di vedere annunci di esopianeti futuri basati sui dati, ma probabilmente non dal missione stessa ".

Dove va la cacca ?: Le macchine nascoste delle navi da crociera

Dove va la cacca ?: Le macchine nascoste delle navi da crociera

Rannicchiarsi può mantenere sani i lemuri dal ventre rosso

Rannicchiarsi può mantenere sani i lemuri dal ventre rosso

L'EPA ha un nuovo piano positivo per gli affari e negativo per gli organismi

L'EPA ha un nuovo piano positivo per gli affari e negativo per gli organismi