https://bodybydarwin.com
Slider Image

Le conoscenze locali possono salvare animali in via di estinzione

2021

Per monitorare le popolazioni di dugonghi, i ricercatori in genere utilizzano sondaggi aerei o veicoli aerei senza equipaggio. Ma queste tecniche sono costose e spesso influenzate da condizioni difficili come l'acqua torbida e l'abbagliamento. Inoltre, forniscono anche solo una snapshot di ciò che potrebbe accadere in una determinata area in una sola volta.

È qui che le conoscenze ecologiche locali possono essere estremamente utili. Se disponibile, ha il potenziale per compilare i dettagli sulla posizione e il numero di dugonghi vedenti.

In Indonesia, i dugonghi sono protetti ma le informazioni accessibili sul numero di popolazione o sulla loro area geografica sono limitate. Sebbene il governo appaia impegnato a preservare la specie, vi sono anche prove crescenti del rapido declino dei prati di alghe indonesiane a causa di una serie di minacce tra cui la pesca eccessiva.

Ma i pescatori non sono nemici del dugongo, ma potrebbero essere il suo salvatore. La nostra ricerca recentemente pubblicata ha utilizzato la conoscenza dei pescatori per confermare la persistenza del dugongo nel Wakatobi National Park, Indonesia. I pescatori, che si recano quotidianamente in acqua, sono stati in grado di comunicare orari, date e luoghi precisi di molteplici avvistamenti di dugonghi, risalenti al 1942. Questi pescatori avevano conoscenze che superavano di gran lunga qualsiasi record di ricerca ufficiale e erano in grado di descrivere in precedenza non registrati tendenze storiche e cambiamenti della popolazione.

Non è la prima volta che questo tipo di conoscenza ecologica locale viene utilizzata per conservare le specie, né sarà l'ultima. Altri esempi includono la conservazione delle popolazioni di balene Baleen in via di estinzione nelle Falkland e rari pesci d'acqua dolce nel fiume Mekong.

L'uso della scienza e delle conoscenze ecologiche della popolazione locale non fa altro che salvare una sola specie alla volta. L'oceano è un ecosistema e ogni pianta, animale o altra creatura si basa l'uno sull'altro. La conservazione del dugongo e delle alghe, ad esempio, va di pari passo. Per acquisire migliori informazioni sulla distribuzione della popolazione dei dugonghi, dobbiamo anche conoscere la distribuzione e lo stato delle alghe. E integrando questo tipo di informazioni, possiamo iniziare a salvare gli oceani.

* Leanne Cullen-Unsworth è ricercatrice presso l'Università di Cardiff. Benjamin L. Jones è ricercatore presso il Sustainable Places Research Institute presso l'Università di Cardiff e Richard KF Unsworth è ricercatore presso la Swansea University. Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Conversation. *

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo