https://bodybydarwin.com
Slider Image

L'assunzione di farmaci allergici peggiora le mie allergie?

2021

Nonostante colpiscano circa 50 milioni di americani, le allergie non sono molto ben comprese. Le scintille che accendono il sistema immunitario possono variare dalla luce solare alle cipolle e i sintomi di un attacco sono altrettanto vari. Per questo motivo, stiamo trascorrendo diverse settimane a scrivere di allergie: cosa sono, come si manifestano e come possiamo trovare sollievo. Questa è la reazione allergica di PopSci.

La stagione degli amori delle piante colpisce più di noi ogni anno. Lo conosciamo meglio come la primavera, quel periodo magico dell'anno in cui fioriscono fiori e foglie di alberi e miliardi di granelli di polline che volano nel tentativo di concimare un altro fiore. Molti di questi piccoli spermatozoi finiscono accidentalmente nel nostro naso, tuttavia, dove innescano una reazione immunitaria che chiamiamo allergie stagionali.

Circa 25 milioni di americani li ottengono - più con il peggioramento del cambiamento climatico - e molte di quelle persone assumono una sorta di droga da banco per curare la loro avversione al sesso delle piante. Ci sono molte idee sbagliate sulle allergie, forse in parte perché sappiamo incredibilmente poco su come funzionano davvero. Le nostre conoscenze sono esplose (proprio come il polline a maggio) negli ultimi dieci anni circa, ma c'è ancora molto che non capiamo.

Quindi possiamo essere tutti perdonati se abbiamo qualche domanda che sentiamo il bisogno di prefigurare "questa potrebbe essere una domanda stupida, ma ..."

Per i principianti: se prendo sempre farmaci antiallergici, sto impedendo al mio corpo di sviluppare una tolleranza agli allergeni? Sto solo rendendo le mie allergie più gravi? Può sembrare che le tue allergie peggiorino o peggiorino, man mano che la stagione avanza o quando invecchi.

Ma i tuoi medici probabilmente non sono da biasimare. "Ogni anno, durante la stagione dei pollini, vedo entrare centinaia di malati che sentono che i loro farmaci antiallergici non fanno il lavoro per loro", afferma Clifford Bassett, direttore medico di Allergy & Asthma Care di New York e allergologo alla New York University . Ma spiega che ci sono altre spiegazioni sul perché quei medicinali non sono all'altezza. Alcuni di questi possono solo invecchiare: molte persone acquisiscono allergie da adulti (sebbene nella popolazione gli adulti abbiano meno allergie rispetto ai bambini).

Potrebbe anche essere solo una cosa personale. Ognuno reagisce in modo leggermente diverso a ciascun farmaco allergico, spiega Sarena Sawlani, direttore medico di Chicago Allergy and Asthma, ma le ragioni sono complesse e non completamente comprese. Questo è vero anche per ogni tipo di farmaco allergico.

Facciamo un backup per un secondo. Esistono due categorie principali di farmaci allergici (senza contare l'immunoterapia, progettata per modificare il sistema immunitario): antistaminici e corticosteroidi.

La maggior parte delle persone in America prende antistaminici, che coprono tutto, da Benadryl a Claritin a Zyrtec. Gli antistaminici originali, vale a dire Benadryl (nome generico: difenidramina), rendevano le persone incredibilmente assonnate perché gli effetti potevano diffondersi attraverso la barriera emato-encefalica. Nel cervello, le istamine aiutano a promuovere la veglia all'interno del normale ciclo sonno-veglia attaccandosi a un recettore correlato ma distinto da quello che regola le risposte allergiche. La difenidramina, con la sua capacità di attraversare la barriera emato-encefalica e il suo legame indiscriminato, rende la maggior parte delle persone abbastanza assonnata. Coloro che soffrivano di allergie stagionali ottennero una grande vittoria quando furono inventati antistaminici di seconda generazione (e successivamente di terza generazione) che rimasero fuori dal cervello. Gli antistaminici di seconda generazione hanno una struttura molecolare leggermente diversa che consente loro di legarsi in modo più specifico ai recettori rilevanti, oltre a essere lipo-fobici o "avversi ai grassi". La barriera emato-encefalica blocca la maggior parte delle molecole lipofobiche, impedendo così a Claritin o Zyrtec.

Queste pillole non assonnate sono diventate il pilastro, anche se probabilmente sono meno efficaci dei corticosteroidi (più su quelli tra un po '). Gli antistaminici agiscono bloccando le istamine, come suggerisce il nome, il che aiuta le allergie perché le istamine sono la molecola di segnalazione che il tuo corpo produce in risposta al polline (o peli di gatto o qualsiasi altra cosa a cui sei allergico).

Un certo tipo di cellula chiamata mastocita rilascia enormi quantità di istamine non appena rilevano un allergene. Queste istamine escono e cercano di combattere la minaccia percepita facendo espandere i vasi sanguigni e aumentando la permeabilità delle mucose nella cavità nasale. La permeabilità della mucosa potrebbe sembrare innocua, ma in realtà è la parte più cruciale della reazione! Questo è (in parte) ciò che fa correre il naso e lacrimazione degli occhi. I nasi che colano sono letteralmente le tue membrane nasali che perdono il componente plasmatico del tuo sangue, combinato con l'eccessiva produzione di muco da parte delle cellule che rivestono la cavità nasale.

Comunque, gli antistaminici bloccano le istamine che il tuo corpo sta rilasciando, il che significa che fermano i sintomi ma non bloccano il processo.

I corticosteroidi, d'altra parte, bloccano l'afflusso di cellule infiammatorie prima ancora che inizi la parte dell'istamina. Probabilmente li conosci meglio come spray nasali come Flonase. Le meta-analisi di molti studi sull'efficacia dei farmaci allergici suggeriscono che gli spray intranasali funzionano meglio degli antistaminici, molto probabilmente perché impediscono che si verifichi una reazione. Il rovescio della medaglia è che impiegano più tempo a entrare. Anche se vedrai un po 'di sollievo in circa mezz'ora, i corticosteroidi funzionano meglio dopo due o quattro settimane di utilizzo perché in realtà aiutano a modulare il sistema immunitario.

C'è stato uno studio sui roditori che ha suggerito che gli antistaminici potrebbero impedire a un animale di costruire una tolleranza agli allergeni, ma lo studio si basava sul veleno, non sul polline o su altri allergeni comuni, e ancora: era uno studio sui roditori. Non ci sono stati studi per suggerire che gli umani sperimentino lo stesso problema. Sawlani concorda sul fatto che i farmaci OTC come antistaminici e spray nasali, e certamente i colliri non dovrebbero avere un impatto clinico significativo sul sistema immunitario. "

Bassett spiega che probabilmente non è colpa delle droghe. "Ci vogliono solo meno granelli di polline per provocare una reazione man mano che la stagione avanza". Quando il sistema immunitario è già innescato per reagire a determinati allergeni, ci vuole meno di una scintilla iniziale per innescare l'intera cascata di istamine. Ti consiglia di iniziare a prendere le tue medicine per l'allergia poche settimane prima che il polline abbia il picco, e suggerisce di vedere un allergologo se vuoi gestire meglio i sintomi. I test in ufficio per gli allergeni potrebbero aiutarti a capire come ridurre la tua esposizione o semplicemente dirti quale pianta o animale incolpare quando ti lamenti di trasformarti in un mostro moccioso.

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

Come abbiamo scoperto tre libri velenosi nella nostra biblioteca universitaria

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

È la Giornata mondiale delle tartarughe, quindi ecco un mucchio di adorabili tartarughe

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo

La grande garbage patch del Pacifico è persino più trash di quanto pensassimo